A seguito della pubblicazione, nel settembre 2018, di un report relativo all’immigrazione dei cittadini provenienti dallo Spazio Economico Europeo nel Regno Unito da parte del Migration Advisory Committee (Comitato consultivo sulla migrazione), l’organismo indipendente che fornisce consulenza al Governo britannico in merito alle questioni di immigrazione, il Governo di Theresa May ha rivelato il proprio piano per il post-Brexit.

In data 21 settembre 2018 la Inner House della Court of Session scozzese (corte d’appello scozzese) ha presentato una domanda di pronuncia pregiudiziale alla Corte di Giustizia dell’Unione Europea in merito alla possibilità per il Regno Unito di revocare unilateralmente la notifica dell’intenzione di recedere dall’Unione, presentata il 29 marzo 2017 in attuazione dell’articolo 50 del Trattato sull’Unione Europea (TUE), così da continuare a farne parte.

In data 25 settembre 2018, durante la conferenza annuale di Liverpool, il Partito Laburista ha approvato una mozione che prevede la possibilità di invocare un secondo referendum nel caso in cui non venga raggiunto un accordo sull’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea o se, qualora si dovesse giungere ad un accordo, questo dovesse essere respinto dal Parlamento britannico.

Il 19 settembre 2018 la Corte di Giustizia dell’Unione Europea, nella sentenza relativa alla Causa RO, si è pronunciata in merito all’esecuzione, nel periodo transitorio successivo alla notificazione della propria intenzione di recedere dall’Unione Europea, di un mandato di arresto europeo emesso dal Regno Unito.

The United Kingdom, Ireland and France represent the three major horse racing markets in the European Union, an industry with an economic impact of billions of euros each year and more than 30,000 people employed[1]. Given the importance of this sector, since the ‘70s of the previous century a tripartite agreement (TPA) on the movement…

Il 21 marzo 2018 il Parlamento Scozzese ha approvato lo UK Withdrawal from the European Union (Legal Continuity) (Scotland) Bill (“Scottish Continuity Bill”), la legge con cui la Scozia si prepara all’uscita del Regno Unito dall’Unione. Lo Scottish Continuity Bill può essere considerato la versione scozzese dell’EU Withdrawal Bill, la legge britannica che regola l’uscita…

Nel giugno 2018 la High Court of Justice del Regno Unito si è pronunciata nella causa Nori Holdings Limited and O. v. PJSC Bank Okritie Financial Corporation [1], negando un’anti-suit injunction in relazione ad un procedimento parallelo pendente in un altro Stato Membro (Cipro), avviato a seguito della violazione di una clausola arbitrale. Le anti-suit injunction sono dei…

Nel giugno 2018, l’Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) ha annunciato che non tratterà più le domande di accesso ai documenti, ai sensi del Regolamento (CE) n. 1049/2001[1], provenienti da persone fisiche o giuridiche che non risiedono o non hanno la propria sede in uno Stato Membro dell’Unione Europea. Ai sensi dell’articolo 15 del Trattato…