Con l’approvazione[1] del Withdrawal Agreement[2], dal 1o febbraio 2020 è iniziato il periodo di transizione che, fino al 31 dicembre 2020, continuerà a garantire l’applicazione del diritto europeo nel Regno Unito, dando modo alle due parti di negoziare un’intesa di libero scambio che scongiuri un’ipotesi di “hard Brexit”. Sul versante europeo, in particolare, nell’ultimo anno la Commissione ha pubblicato diverse comunicazioni…

In data 19 luglio 2019 il Comitato per l’uscita dall’Unione Europea della Camera dei Comuni[1] ha pubblicato un report[2] in cui vengono esaminate le implicazioni per il Regno Unito di un no deal scenario in diversi settori quali i servizi, l’industria automobilistica, ed i settori alimentare ed agricolo, chimico e farmaceutico, scolastico e della ricerca scientifica.