Poiché la compatibilità degli aiuti di Stato con il mercato interno rientra nella competenza esclusiva della Commissione, gli Stati Membri sono tenuti a notificare in anticipo a quest’ultima i progetti diretti a istituire o modificare tali aiuti, non potendo dare esecuzione alle misure progettate prima di una decisione in merito[1], pena la loro illegalità. Successivamente,…

Per la seconda volta negli ultimi sei mesi[1], in data 15 marzo 2021 la Commissione ha inviato una lettera di costituzione in mora al Regno Unito per aver violato le disposizioni sostanziali del Protocollo su Irlanda/Irlanda del Nord nonché l’obbligo di buona fede ai sensi dell’Accordo di recesso[2]. Nonostante l’impegno ad attuare correttamente il Protocollo, in data 3 marzo…

In data 31 dicembre 2020 il Regno Unito e la Spagna hanno raggiunto un Accordo per evitare uno scenario di “hard border” a Gibilterra con la fine del periodo di transizione, risolvendo così una delle questioni rimaste in sospeso nonostante l’approvazione dell’Accordo sugli scambi del 24 dicembre 2020[1]. Poiché la situazione di Gibilterra era precedentemente…

In data 17 dicembre 2020, il Comitato Misto Unione Europea – Regno Unito ha approvato, a seguito dell’Accordo di massima raggiunto in data 8 dicembre 2020[1], le decisioni e soluzioni comuni necessarie per l’attuazione dell’Accordo di recesso[2] relative al Protocollo su Irlanda e Irlanda del Nord, ai diritti dei cittadini, al completamento dell’elenco degli arbitri, alle…

In data 1 ottobre 2020, la Commissione ha inviato una lettera di costituzione in mora al Regno Unito per aver violato i propri obblighi derivanti dall’Accordo di recesso attraverso l’approvazione del c.d. “Internal Market Bill” del 9 settembre 2020, la nuova proposta sul mercato interno che rischia di alterare gli equilibri faticosamente raggiunti con l’Unione per giungere ad un percorso di uscita consensuale.

In data 16 marzo 2020, la Commissione Europea ha aggiornato le proprie Linee Guida[1] sull’impatto dell’uscita del Regno Unito dall’Unione nel settore del trasporto aereo. Poiché dal 1 febbraio 2020 il Regno Unito è divenuto un Paese terzo, alla fine del periodo di transizione, in vigore fino al 31 dicembre 2020, le relazioni tra le parti subiranno…

In seguito alle consultazioni con il Parlamento e con il Consiglio, in data 18 marzo 2020 la Commissione ha pubblicato il progetto di accordo sul futuro partenariato tra Unione e Regno Unito[1]. Conformemente alla dichiarazione politica concordata tra l’Unione e il Regno Unito dell’ottobre 2019[2], il progetto riprende la raccomandazione[3] inviata dalla Commissione al Consiglio in data 3 febbraio…

In data 17 marzo 2020, la Commissione Europea ha pubblicato delle nuove Linee Guida[1] che analizzano l’impatto dell’uscita del Regno Unito dall’Unione sul settore dei prodotti cosmetici[2]. Per prodotto cosmetico si intende qualsiasi sostanza o miscela destinata ad essere applicata tanto sulle superfici esterne del corpo umano quanto sui denti e sulle mucose della bocca a…