In data 1 ottobre 2020, la Commissione ha inviato una lettera di costituzione in mora al Regno Unito per aver violato i propri obblighi derivanti dall’Accordo di recesso attraverso l’approvazione del c.d. “Internal Market Bill” del 9 settembre 2020, la nuova proposta sul mercato interno che rischia di alterare gli equilibri faticosamente raggiunti con l’Unione per giungere ad un percorso di uscita consensuale.

In data 16 marzo 2020, la Commissione Europea ha aggiornato le proprie Linee Guida[1] sull’impatto dell’uscita del Regno Unito dall’Unione nel settore del trasporto aereo. Poiché dal 1 febbraio 2020 il Regno Unito è divenuto un Paese terzo, alla fine del periodo di transizione, in vigore fino al 31 dicembre 2020, le relazioni tra le parti subiranno…

In seguito alle consultazioni con il Parlamento e con il Consiglio, in data 18 marzo 2020 la Commissione ha pubblicato il progetto di accordo sul futuro partenariato tra Unione e Regno Unito[1]. Conformemente alla dichiarazione politica concordata tra l’Unione e il Regno Unito dell’ottobre 2019[2], il progetto riprende la raccomandazione[3] inviata dalla Commissione al Consiglio in data 3 febbraio…

In data 17 marzo 2020, la Commissione Europea ha pubblicato delle nuove Linee Guida[1] che analizzano l’impatto dell’uscita del Regno Unito dall’Unione sul settore dei prodotti cosmetici[2]. Per prodotto cosmetico si intende qualsiasi sostanza o miscela destinata ad essere applicata tanto sulle superfici esterne del corpo umano quanto sui denti e sulle mucose della bocca a…

In data 2 dicembre 2019, il premier Boris Johnson ha annunciato un piano che prevede regole ferree sulla circolazione dei cittadini europei in caso di vittoria del partito Conservatore alle prossime elezioni del 12 dicembre. In particolare, non sarà più possibile utilizzare le carte d’identità europee (considerate facilmente falsificabili, soprattutto quelle italiane e greche) per entrare sul…

In data 17 ottobre 2019, il Presidente della Commissione Jean-Claude Juncker ha annunciato che l’Unione ha raggiunto un accordo per la Brexit con il Regno Unito. L’accordo, in particolare, riguarda la questione del confine fisico tra Irlanda e Irlanda del Nord ed una nuova dichiarazione politica relativa agli obiettivi della futura relazione tra Unione e…

In data 18 luglio 2019 Steve Barclay, Ministro britannico per la Brexit, ha firmato la legge che dispone l’abrogazione dell’European Communities Act (ECA) del 1972, che aveva formalizzato l’adesione del Regno Unito all’Unione e attribuito al diritto europeo il primato sulla legislazione nazionale.