Il referendum che ha sancito l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea e l’attivazione delle procedure di cui all’articolo 50 del TUE da parte del Primo Ministro britannico Theresa May hanno suscitato un vasto dibattito sul futuro dell’Europa. È un evento di portata storica, le cui conseguenze coinvolgeranno gli ambiti più disparati, ivi compreso quello della difesa e della sicurezza comune.

Il 15 dicembre 2016, si è tenuta a Bruxelles la riunione informale dei Capi di Stato e di Governo, dedicata alla Brexit, in cui i 27 leaders nazionali, insieme ai Presidenti del Consiglio Europeo e della Commissione Europea, hanno lanciato “il segnale che l’UE è unita e pronta al negoziato” con il Regno Unito.