BREXIT: ANCORA INCERTEZZE SULL’USCITA EFFETTIVA

In this grab taken from video British Prime Minister Theresa May speaks during her first session of Prime Minister's Questions at the House of Commons, in London, Wednesday July 20, 2016. Chancellor of the Exchequer Philip Hammond sits at right. Prime Minister Theresa May is making her first overseas trip as Britains leader on Wednesday to meet German Chancellor Angela Merkel, a key figure in negotiating Britain's exit from the European Union. (Parliamentary Recording Unit via Associated Press Video) TV OUT - NO ARCHIVE

LA CONSERVATRICE BARONESSA WHEATCROFT HA RIFERITO AL TIMES CHE LA PROCEDURA DI USCITA DEL REGNO UNITO DALL’UE POTREBBE ESSERE RITARDATA DALLA CAMERA DEI LORD.

La prospettiva non è del tutto inverosimile, infatti se il Parlamento dovesse essere chiamato ad esprimersi sull’esercizio dell’art. 50 TUE, è probabile che la maggioranza di questo voterebbe per dilatare la procedura, od addirittura spingere per indire un secondo referendum.

Non è ancora detto però che il Parlamento venga chiamato ad esprimersi sulla questione, poiché il Governo potrebbe procedere autonomamente senza interpellarlo. Se questo sia possibile però, sarà stabilito dall’Alta Corte di Londra in Autunno.

Pietro Michea